La continua evoluzione della chirurgia plastica così come quello della medicina estetica hanno reso possibile l’introduzione di procedure sempre più all’avanguardia e che permettono di raggiungere risultati duraturi e naturali. Tutto ciò è possibile soprattutto grazie a professionisti qualificati che dopo anni di studi sono pronti a mettere a disposizione la loro conoscenza a favore dei loro pazienti.

Ma nella moltitudine di figure che i media ci propongono, come scegliere la persona che abbia le opportune qualifiche, esperienza e serietà?

Ho raccolto ed elaborato alcune condizioni da verificare per aiutarti nella selezione.

  • TITOLI

    Il chirurgo deve essere uno specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, con iscrizione all’Albo dei Medici.
    La specializzazione garantisce che il chirurgo dopo la Laurea in Medicina abbia frequentato i 5 anni della specifica Scuola di Specializzazione, i relativi reparti di chirurgia plastica ricostruttiva, abbia sostenuto gli esami per conseguire la specializzazione e soprattutto abbia eseguito un numero adeguato di procedure chirurgiche prima con supervisione di un chirurgo più esperto e poi indipendentemente.

 

  • CURRICULUM

    Ovviamente anche tra chi è specializzato c’è chi è più bravo e chi meno, e l’unico modo per valutare a priori il valore di un professionista è analizzare il suo curriculum. È facile oggi tramite il web verificare se il  medico che ci interessa è presente a congressi e a corsi di approfondimento scientifico. Per quanto bravo, un chirurgo che non segue l’evolvere di una disciplina in continua evoluzione rimane spesso ancorato a schemi vecchi e obsoleti”.
    Un buon chirurgo è di solito iscritto all’Associazione Italiana dei Chirurghi Plastici ed Estetici. che si chiama SICPRE, quella dei chirurghi estetici AICPE ( questi ultimi non sono per forza specialisti anche in chirurgia plastica).

 

  • ESPERIENZA

    Il passaparola tra conoscenti e il consiglio del medico di famiglia possono essere un punto di partenza, ma suggerisco di informarsi sul numero di interventi eseguiti dal chirurgo e in generale di vagliare per quanto possibile i suoi risultati. Nel background professionale del chirurgo è indispensabile che ci siano interventi come il lifting, la rinoplastica o la mastoplastica. Per questi delicati interventi l’apprendimento può necessitare molto tempo ma, se sono proposti dal chirurgo, sono indice di esperienza e completezza professionale. Anche osservare dei pre e post intervento può essere una buona spia sul suo operato.

 

  • EQUIPE E STRUTTURA

    Il lavoro di un chirurgo dipende anche dalla squadra (secondo operatore, anestesista e ferrista) e dai mezzi che ha a disposizione, quindi dalla struttura in cui opera.
    Qual è la prima condizione per potersi fidare di un centro? La struttura dev’essere riconosciuta dall’Azienda sanitaria locale e di conseguenza dalla Regione (basta chiedere la certificazione al centro stesso oppure chiedere all’Asl competente l’elenco). In generale, il buon senso suggerisce che un piccolo ambulatorio privato vada valutato con un’attenzione ancora maggiore rispetto a una grande clinica convenzionata che ogni giorno gestisce decine di interventi di ogni tipo.

 

  • COSTI

    Un’operazione chirurgica non è un elettrodomestico e i prezzi di saldo spesso nascondono strutture o medici non all’altezza. Quando vi vengono proposte tariffe nettamente sotto la media (come quelle pubblicizzate da società che fanno da intermediarie tra clienti e chirurghi di dubbio livello) è bene insospettirsi.

 

  • EMPATIA E FIDUCIA

    Il buon chirurgo plastico sa ascoltare, consigliare e in qualche caso anche sconsigliare. Bisogna diffidare di chi ha il bisturi facile e promette risultati mirabolanti senza sottolineare i rischi. L’esito di una qualunque plastica dipende anche da fattori che non possono essere tenuti del tutto sotto controllo, come per esempio la capacità della pelle di cicatrizzare. Cercate di spiegare al chirurgo cosa vorreste e capite insieme cosa effettivamente si può ottenere e cosa no.

 

Per informazioni e appuntamenti:
Dott.ssa Giulia Boscaini
Carpi | Modena | Mirandola
Tel 392 237 0596
Mail info@giuliaboscaini.it