Le donne durante la gravidanza sono più belle, non è una leggenda popolare, ma è confermato dagli studi di fisiologia.
Il merito è della componente ormonale, che causa un cambiamento nella consistenza generale dei tessuti che, trattenendo al loro interno più liquidi e richiamando un maggiore quantitativo di nutrienti cellulari, tendono a diventare più morbidi ed elastici.

Posso sottopormi al filler o ad altri trattamenti di medicina estetica durante la gravidanza?

Questa è la domanda che mi sento spesso fare da donne in dolce attesa.
La brutta notizia è che tutti i trattamenti sono controindicati in gravidanza ed allattamento.

Ma…

Ci sono tante possibilità di prevenzione e di trattare i principali inestetismi subito dopo la fine dell’allattamento.

La pelle, infatti, nel periodo della gravidanza, è più esposta e sensibile agli agenti esterni come lo smog o le radiazioni solari e possono più frequentemente comparire alcune alterazioni cutanee.
Tra i più frequenti inestetismi si riscontrano i seguenti, vediamo come prevenirli:

  • Striae gravidiche o “smagliature”
    I trattamenti cosmetologici sono numerosi. Sicuramente il ruolo fondamentale è svolto dalla prevenzione e, proprio per tale motivo, il rimedio “della nonna” più frequente e maggiormente conosciuto è l’utilizzo dell’olio di mandorle dolci. L’applicazione topica costante dell’olio di mandorle, costituito da un’elevata percentuale di acido oleico e linoleico, è in grado di migliorare l’elasticità cutanea considerate le sue proprietà emollienti e nutrienti ad alto valore eudermico. Recentemente l’attenzione è rivolta all’attività topica di prodotti (creme, oli) contenenti estratto di Centella Asiatica, Vitamina E, collagene ed elastina nella loro forma idrolizzata.
    >> Post partum è possibile effettuare trattamenti medici più “intensivi” che prevedono l’utilizzo topico e talvolta sistemico di Vitamina A oppure di trattamenti laser e luce pulsata, ovviamente tutti sotto stretto controllo e indicazione medica.
  • Iperpigmentazioni
    La pelle in gravidanza corre il serio rischio di macchiarsi e ad essere maggiormente a rischio sono le carnagioni più olivastre e tendenzialmente scure. Ancora una volta il miglior trattamento cosmetico è la prevenzione. Sicuramente è molto più semplice prevenire una macchia piuttosto che eliminarla. L’uso di creme solari con filtri UVA ed UVB è dunque d’obbligo, non solo in estate ma anche in inverno. In sinergia agli ingredienti di protezione solare, è consigliabile utilizzare prodotti cosmetici (creme, oli, sieri) contenenti Vitamina C, da sempre nota per la propria attività antiossidante, coadiuvante del microcircolo ma anche a vocazione depigmentante.
  • Alterazioni di unghie, capelli e microcircolo
    >> Dopo il parto e al termine del periodo di allattamento, per aiutare il ciclo del capello e apportare costituenti essenziali alla capigliatura, è opportuno, oltre ad un’alimentazione equilibrata, un corretto trattamento cosmetico. Con l’utilizzo di prodotti cosmetici specifici (shampoo, fiale, maschere) si può coadiuvare il sostegno alla struttura pilo-sebacea, attraverso sostanze e nutrienti necessari al miglioramento delle condizioni fisiologiche dei capelli e del cuoio capelluto. Tra i più tradizionalmente utilizzati la Biotina, nota in passato come Vitamina H, (INCI: BIOTIN), l’estratto di Serenoa Repens, il Lievito di birra e moltissimi altri.

 

Se gli inestetismi sono maggiori…

Al termine dell’allattamento si può prendere in considerazione un mommy makeover su misura, personalizzato per migliorare la tua forma fisica, rimuovere gli inestetismi, valorizzarti come Donna.

 

Per informazioni e appuntamenti:
Dott.ssa Giulia Boscaini
Carpi, Modena
Tel 392 237 0596
Mail info@giuliaboscaini.it